Pane duro e raffermo? Non buttarlo: con questo trucco ritorna ad essere fragrante come appena sfornato

In casa hai del pane duro e raffermo? Non gettarlo via, perché con questo trucchetto tornerà ad essere fragrante come non mai.

Il pane è uno degli alimenti più apprezzati, e mangiati, su questo pianeta, di cui proprio non riusciamo a fare a meno. Quest’ultimo è semplicissimo da preparare, un po’ di acqua, lievito e farina, ed il gioco è fatto. Non può assolutamente mancare nella nostra casa perché serve sia per accompagnare i secondi, sia come antipasto (ad esempio le bruschette), sia da utilizzare per fare la scarpetta nel sugo dopo i maccheroni nella salsa.

Pane raffermo trucchetto
Come rendere croccante il pane raffermo- (Zoopolitico.it)

Ma può capitare che, molto spesso, ne acquistiamo un po’ più del dovuto e quest’ultimo, se non mangiato in tempo, diventi duro e raffermo. Il primo pensiero è certamente quello di gettarlo via. Ma se invece vi dicessimo che può tornare ad essere fragrante come mai prima, mettendo solo in pratica un piccolo trucchetto? Proviamolo subito!

Pane duro e raffermo? Ecco come renderlo fragrante con un semplice trucchetto

Il pane, molto spesso, tende a diventare duro e raffermo, soprattutto quando se ne acquista più di quanto realmente serva e non si riesce a consumarlo in tempo. Partendo dal presupposto che in realtà, a differenza di altri alimenti, con il pane raffermo si possono creare numerose ricette, quali ad esempio: bruschette, crostini e così via, conosciamo insieme il metodo per poterlo rendere di nuovo fragrante e croccante, come appena sfornato.

Un trucchetto che può tornare utile soprattutto in questo periodo di forte crisi economica, soprattutto alimentare, in cui il prezzo del pane (farina e grano compresi) è salito davvero alle stelle. Meno possiamo sprecarlo, meglio è sicuramente.

Trucchetto facile pane raffermo
Il trucchetto facile ed economico per rendere croccante il pane raffermo- (Zoopolitico.it)

Il trucchetto di cui parliamo è molto semplice da applicare. Tutto quello che bisogna fare è:

  • bagnare il pane sotto acqua corrente per qualche secondo, tempo che assorba un po’ di acqua per ammorbidirsi;
  • riporlo su una teglia, rivestita con della carta da forno, infornando per circa 6 minuti, in forno ventilato a 260°;
  • lasciare per qualche minuto (il tempo dipende molto da quanto si è bagnato il pane), dopodiché spegnere il forno e tirare fuori la teglia.

In questo modo il pane risulterà di nuovo croccante, pronto per essere tagliato a fette, portato in tavola e mangiato come meglio sappiamo fame. Questo metodo consentirà a chi è in casa di evitare sprechi e consumi piuttosto inutili, garantendo allo stesso tempo gusto e qualità. Insomma, cosa aspettate a provarlo?

Impostazioni privacy